Just The Woman I Am

Contro ogni violenza di genere correrò Domenica la “Just The Woman I Am”. La corsa come veicolo per parlare di temi a noi tutti molto cari.

La Cooperativa Sociale La Bottega Onlus (www.cooperativalabottega.it), promotrice del progetto “Il Club dei 100″, mi ha invitato a correre nella sua squadra per la “Just The Woman I Am” 2018, quinta edizione della corsa in rosa organizzata dal CUS Torino e dal sistema Universitario Torinese, per sostenere la ricerca universitaria sul cancro.

In occasione della corsa, si vuole portare in piazza una presenza collettiva e fortemente simbolica sul tema della disabilità, generando in modo concreto una possibilità di partecipazione attiva per le persone disabili ad un evento sportivo di valore, importante per la città.

Organizzando questa presenza collettiva, la cooperativa ha immaginato di formare una squadra allargata, chiamando a raccolta anche gli amici e i collaboratori più sensibili e vicini anche al tema dello sport, di cui sono onorato di far parte.

In particolare “ll Club dei 100” è un progetto che vuole garantire ai 100 ragazzi disabili che ne fanno parte, il diritto di disporre e godere del proprio tempo libero. La presenza del “Club dei 100” alla corsa del 4 marzo ribadirà con forza che tutti hanno il diritto di vivere quelle piccole cose semplici che rendono l’esistenza di ognuno di noi migliore: un film al cinema, una pizza con gli amici, un pomeriggio allo stadio.

Così lo sport e la corsa diventano, in quest’occasione, il valore emancipatorio comune a molteplici cause di valore. Si pensi al film “Race“, dove un giovane Jesse Owens affermava di amare da sempre correre perché “in quei dieci secondi ti senti completamente libero, libero dai condizionamenti sociali ed economici e di esprimere te stesso”. Lo sport sa essere anche questo: una preziosa opportunità di emancipazione personale e sociale e, al contempo, un enorme spazio di libertà dove agire in conformità esclusiva ai propri desideri e alle proprie passioni.

Leave a Comment