Al via la nuova #KCR

Per tre anni ho avuto la fortuna di partecipare alla Keep Clean and Run, accompagnando Roberto Cavallo lungo i sentieri di tutta Italia, raccogliendo con lui quegli elementi di disturbo (i rifiuti) che rovinavano un altrimenti perfetto paesaggio, provo un senso di soddisfazione nel riportare che il progetto continua, incoraggiato da vecchi e nuovi sostenitori.

Per l’edizione 2018, Keep Clean and Run si sposta su ruote e diventa Keep Clean and Ride. Accompagnato questa volta da Roberto Menicucci, amico e mio allenatore da ormai un anno, incontrato proprio sui sentieri della #KCR, Roberto Cavallo percorrerà 969 chilometri da Bari a Chioggia, attraversando le sette Regioni del versante adriatico, raccogliendo i rifiuti abbandonati che troveranno lungo il percorso.

Keep Clean and Ride rimane l’evento centrale, in Italia, della campagna “Let’s Clean Up Europe” e ruota sempre intorno allo stesso messaggio: il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Il littering, ovvero la pessima abitudine di abbandonare i rifiuti dove capita, può e deve essere contrastato nei suoi luoghi d’origine, mettendo in pratica due semplici azioni:

• non abbandonare i rifiuti

• raccogliere quelli che stanno già inquinando l’ambiente.

L’obiettivo di Keep Clean and Ride è anche quello di allargare la platea degli sportivi che abbinano l’attività fisica alla rimozione dei rifiuti dispersi in natura ma non solo: in ogni tappa, grazie alla collaborazione di scuole, famiglie e associazioni del territorio, la popolazione verrà coinvolta negli eventi di pulizia del territorio e/o incontri finalizzati a divulgare gli obiettivi della campagna “Let’s Clean Up Europe” e sensibilizzare circa la necessità di contrastare l’abbandono dei rifiuti.

Per maggiori informazioni e per avere notizie circa attività legate a Keep Clean and Ride nelle zone in cui abitate, vi invito a seguire l’evento con l’hashtag #KCR18, sul sito e profili social di envi.info, il portale di comunicazione ambientale a cura di AICA (Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale)

Leave a Comment